Incontri e Meditazioni2019-01-18T19:55:38+01:00

“DIALOGHI CON L’ANGELO”
Tutti i giovedì alle 19.00 – Ingresso gratuito per i Soci
Incontro guidato da Anna Mele

“Dialoghi con l’Angelo” è un libro, divenuto caso letterario in tutto il mondo, che raccoglie una ricca messaggistica angelica ricevuta durante le persecuzioni naziste in Ungheria (fra il 1944 e il 1945) da quattro giovani artisti, tre donne e un uomo, in cerca del senso della loro vita. Il libro testimonia la straordinaria crescita psicospirituale dei giovani, che consentirà a tre di loro di affrontare il destino che si concluderà in campo di concentramento.

I “Dialoghi con l’Angelo”, trascritti da Gitta Mallasz, unica sopravvissuta dei quattro giovani, riportano un messaggio che si rivela tuttora di grande attualità, rivolto a ciascuno di noi, indipendentemente dal proprio sistema di credenze, in modo incredibilmente diretto ed efficace e rappresenta tutt’oggi un vero nutrimento per l’anima al fine di Conoscere, Sperimentare ed Essere.

Gli incontri si sviluppano in 3 parti: si inizia con una breve meditazione per entrare in uno stato di rilassamento che aiuta a recepire più in profondità i messaggi degli Angeli. Si procede poi con la lettura di un colloquio tratto dal libro e la condivisione tra i partecipanti della propria esperienza con gli insegnamenti e le eventuali difficoltà nella loro applicazione nella vita di tutti i giorni.

L’incontro si conclude con una Preghiera di Ringraziamento a tutte le Entità di Luce e con l’invio di pensieri di Amore e Benessere a chi si trova ad affrontare un momento particolarmente difficile, così da creare un’onda luminosa per contribuire alla creazione di uno stato di coscienza più elevato per tutti noi.

 

 

MEDITAZIONE DEL PLENILUNIO con Rita Casati
Ore 19.00 – Ingresso gratuito per gli Associati
CREARE RELAZIONI FELICI
Nutriamo i semi e i desideri dell’Anima con l’energia del Plenilunio per far crescere e fiorire le nostre relazioni.

CALENDARIO 2019
martedì 22 gennaio – Meditazione Acquario
martedì 19 febbraio – Meditazione Pesci
martedì 26 marzo – Meditazione Ariete
martedì 16 aprile – Meditazione Toro
martedì 28 maggio – Meditazione Gemelli
martedì 2 luglio – Meditazione Cancro/Leone

RITA CASATI

È ricercatrice e studiosa di discipline psicospirituali. Nata nel 1948, inizia il suo percorso di crescita a vent’anni con lo studio dell’astrologia, prima sotto la guida di Lisa Morpurgo, poi seguendo l’insegnamento di Thorwald Dethlefsen, Dane Rudhyar e Stephen Arroyo. Nello stesso periodo si dedica allo studio della filosofia orientale, approfondendo le tematiche del Karma e del dharma, che poi applica all’analisi del tema natale.

La partecipazione ai corsi di Psicodinamica Metodo ISPA®, pochi anni dopo, si costituisce come un importante momento di riflessione ed espansione di coscienza. Nel 1981 si avvicina alla meditazione esplorandone le varie tecniche. Prosegue con la pratica della Vipassana fino a giungere all’attuale meditazione di consapevolezza (mindfulness/shamatha).

Nel 1989 inizia a frequentare il corso pluriennale di formazione presso il centro di Psicosintesi di Milano, dove poi insegnerà per due anni nei corsi di base. Dal 1994 il suo studio e la sua ricerca, attraverso l’insegnamento di Sogyal Rinpoche ed altri maestri del buddhismo tibetano, si estende al tema del vivere e del morire, con particolare attenzione alla preparazione al passaggio dalla vita alla morte. Negli ultimi tre anni approfondisce con B. Alan Wallace gli stadi di shamatha, meditazione buddhista per quietare e stabilizzare la mente, di fondamentale importanza per vivere e morire bene. Conduce gruppi di meditazione, preparazione al passaggio e trasformazione interiore.

 

 

MEDITAZIONI DEL MARTEDÌ
Tutti i Martedì ore 19.00

Meditare significa portare l’attenzione alla propria interiorità per ri-portare e mantenere l’equilibrio armonico della nostra multidimensionalità.

Meditare in gruppo rende più facile il lavoro introspettivo e più profondo il risultato, grazie all’amplificazione data da molte coscienze che si espandono contemporaneamente. La cadenza settimanale consente inoltre di vivificare ciclicamente l’energia della nostra multidimensionalità, attraverso gradi crescenti di consapevolezza.

Gli incontri di Meditazione del Martedì offrono la possibilità di avvicinarsi a tipologie di meditazione che utilizzano strumenti diversi – rilassamento, visualizzazione, mantra orientali e occidentali, respirazione, suono, silenzio, colori, chakra, movimento e altro – affinché il partecipante possa sperimentare l’effetto di tecnologie differenziate così da poter scegliere quelle a lui più adatte e praticarle poi in autonomia.

PERCHÈ  MEDITARE?

“Si diventa ciò che si pensa, questo è l’eterno mistero” (Maitry Upanishad VI, 34). Grande mistero che attribuisce al pensiero la capacità di trasformare ogni dimensione: fisica, energetica, emozionale e spirituale.

Il medico inglese Douglas Baker individua una triplice finalità della meditazione:

1) produrre il perfetto allineamento tra il corpo fisico-eterico, le emozioni (corpo astrale) e la mente (corpo mentale);
2) entrare in contatto col Sé superiore, ovvero con la coscienza che trascende la personalità ordinaria;
3) esprimere nella vita di tutti i giorni le energie superiori e le immagini archetipiche che vengono registrate nei piani interiori (“Supercoscienza e meditazione”, Ed. Crisalide).

Da tutto questo emergono due categorie di effetti, una operante sul piano psicofisico (gestione ottimale dello stress, riduzione dell’ansia, miglioramento della qualità del sonno e della propria salute e altro), l’altra su quello psicospirituale (incremento della creatività e della volontà, lucidità di pensiero, potenziamento della memoria, gioia di vivere e molto altro).

 

 

BAGNO DI PRESENZA con Antonio Dognini

Il Bagno di Presenza è la possibilità di ricevere il messaggio della nostra natura infinita da uno spazio di ascolto, non concettuale. Si svolge in cerchio, da seduti, seguendo semplici indicazioni, tramite parole evocative e poetiche, utili a riportare l’attenzione allo sfondo di Silenzio.

Immergersi nella Presenza è riposare come il fiume indiscriminato di coscienza libera e senza nome che è ciò che siamo, prima di essere l’immagine del nostro corpo e della nostra mente, ovverosia quella che appare come la nostra persona.

Riposare come questa energia, libera di esistere senza scopi o significati, rilassa tutto il nostro sistema, liberando e rendendo nuovamente disponibile l’energia impegnata a mantenere insieme l’idea statica del “me” e del “mondo”.

L’esplorazione accade liberamente a più strati, e passa dall’attraversare consciamente ogni forma emotiva, sentendola in modo non cognitivo, nel terreno di ciò che appare come il nostro corpo fisico. In quella totalità e disponibilità a fermarsi e vivere ciò che c’è, l’evidenza del Vuoto si rivela: tutte queste forme si muovono vuote, senza nessuno al centro di esse.

Da questo sentire è quindi possibile “restituire” metaforicamente ogni cosa a chi veramente appartiene: alla Consapevolezza stessa, invitando la possibilità della “guarigione”.

Nel farsi spazio attraverso lo schema energetico della dimenticanza, e dell’illusione di esistere come un “me”, mortale e separato, è come se la luce della consapevolezza andasse a irradiare ogni cellula del corpo, riportando le informazioni di immortalità, bellezza e pace.

ANTONIO DOGNINI

Sin da giovanissimo ha avvertito il richiamo verso la ricerca interiore.

Dal 2013 all’inizio del 2016, in seguito ad alcuni episodi di riconoscimento della propria vera natura, si è dedicato totalmente all’amore per la Verità, lavorando a un progetto chiamato Vera Condivisione, creando numerosi contenuti, tra articoli e video-interviste, e organizzando numerosi satsang ed eventi dedicati al risveglio di coscienza.

Da qui l’incontro con insegnanti e autori che lo ispirano profondamente, tra cui Adam Chacksfield, con cui approfondisce il messaggio della non-dualità tramite la partecipazione al percorso “Falling Open”.
Ama la meditazione nella sua visione più essenziale di “essere seduti nella semplicità dell’Essere” e, proprio da questo amore, condivide, attraverso incontri, laboratori e sessioni individuali, un messaggio di gioia e non separazione.
Ha una formazione come counselor sistemico relazionale e ha realizzato diversi progetti come cantautore.